Comparando la definizione del reato di ‘omicidio’ del nostro codice penale con quello di altri Stati, si scopre non solo che l’Italia è l’unico paese, almeno fra quelli finora presi in considerazione, a definire ‘omicidio’ il reato di assassinio. Omicidio significa letteralmente “uccisione di un uomo”. E’ anche l’unico paese a definire ‘uomo’ l’essere umano cui si toglie la vita.

  • SIRIA – art. 533 – «L’uccisione di un essere umano volontariamente è punito con i lavori forzati per 20 anni»
  • SPAGNA – art. 138 – «Matare a otro»
  • USA – art. 1111 «Murder is the unlawful killing of a human being»
  • OLANDA – art. 287 – «La persona che intenzionalmente toglie la vita a un’altra…»
  • PORTOGALLO – art.131 – si scrive «outra pessoa», un’altra persona
  • FINLANDIA – chapter 21 – «Chiunque uccide intenzionalmente un altro»
  • CANADA – art. 222 – si scrive «Human being/Etre humain»
  • RUSSIA – art. 105 – si scrive «Altra persona»
  • CINA – art. 232 – «Altra persona»
  • FRANCIA – art. 221 – «Persona umana»
  • MEXICO – art. 302 – «Matare a otro»
  • REGNO UNITO – B1.1 – «Murder is when a person unlawfully killeth any reasonable creature in rerum natura under the Queen’s peace, with malice aforethought»
  • GERMANIA –art. 211 – si usa il termine Menschen, che vuol dire ‘essere umano”. Ma nelle traduzioni in italiano del codice, Menchen viene tradotto ‘uomo’. (vedi documento) Una curiosità: nel film del 1960 “L’appartamento” di Billy Wilder, con Jack Lemmon, il protagonista C.C. Baxter dice a un certo punto a Jeff Sheldrake (Fred MacMurray): «Ho deciso di diventare Menschen, lei conosce il tedesco? Un essere umano».